26 Settembre 2020
news
www.unvstrentinoaltoadige.it

Premiati i vincitori del Prestige

14-11-2012 09:01 - Trentino Alto Adige
Manuela Ferrini vincitrice del Prestige e del premio di precisione premiata dal ten.col. Fabio Zinato. Accanto il "papà presidente" Alberto
Dopo 12 gare i primi della classe sono stati Roberto Zuliani e Hans Laimer in campo maschile, Manuela Ferrini e Greti Dissertori in campo femminile

E´ andata in archivio un´altra edizione dello storico trofeo Prestige, la piccola olimpiade dei veterani atesini, articolata in dodici sfide di dodici sport diversi: sei prove hard (in successione pattinaggio su ghiaccio, slalom gigante, sci- fondo, prove multiple di atletica leggera, nuoto e ciclismo) e sei prove "soft" o di precisione ( birilli automatici, tennis tavolo, tiro con la carabina, tiro con l´arco, freccette e automobilismo di regolarità). Dodici gare da gennaio a ottobre con la premiazione dei primi della classe alla festa dell´atleta dell´anno: sabato 10 novembre alla sala Academy della Cassa di Risparmio di Bolzano. Sono saliti sul gradino più alto del podio anche vincitori e vincitrici delle sei competizioni del "premio di precisione".
Dopo la proclamazione dell´atleta dell´anno - il campione di tennis Andreas Seppi - Guido Mazzoli, in veste di brillante presentatore, ha illustrato a colti e profani i meccanismi del trofeo Prestige sperando di fare proseliti e arruolare nuove forze per la prossima edizione. Fra i primi a iscriversi il ten. col. Fabio Zinato un "ironman" che sarà difficile da battere.
Tre le superstar della manifestazione: Hans Laimer di Merano fra i numerosi "over 66", Roberto Zuliani e Manuela Ferrini di Bolzano nelle due categorie giovanili hanno vinto sia il Prestige, sia il premio di precisione. Fra le rappresentanti del gentil sesso meno giovani si sono imposte Greti Dissertori di Bressanone nel Prestige e la segretaria della nostra associazione Eliana Valerio nel premio precisione.
Il campione di tennis Andreas Seppi, i massimi rappresentanti della Cassa di Risparmio e della "Fondazione" (principali sponsor della sezione UNVS di Bolzano) gli alti ufficiali dell´Esercito, dei Carabinieri e della Guardia di Finanza si sono alternati nella consegna dei premi, la caratteristica "stella di Bolzano" e un buono- acquisti di varia entità nella grande catena delle sorelle Ramonda. La stella a sei punte compare da cinque secoli nell´ emblema araldico di Bolzano: fu conferita alla città nel Medioevo da Leopoldo 3° d´Austria per indicare ai viandanti (e ora ai veterani! ) la via ideale da seguire.
Nella categoria più affollata, quella dei pensionati o ... nonni over 66, sono stati premiati i primi cinque. Nell´ ordine Hans Laimer (primo nello sci, atletica e automobilismo) Benedetto Biancalana (primo nel pattinaggio e nel ciclismo) Franco Sitton (ben cinque secondi posti) Fredi Dissertori e Marco Zanol. Nell´altra categoria maschile Roberto Zuliani (primo nel nuoto, arco e automobilismo) ha vinto il duello con Antonio Soraruf (primo nel tennis tavolo, freccette e ciclismo ma assente in due prove). Al terzo posto il vincitore del pattinaggio Ugo Piccoli.
In campo femminile si è confermata reginetta Manuela Ferrini in virtù di 5 successi: birilli, tennis tavolo, nuoto, freccette e automobilismo. Al secondo posto la regolarissima Renate Teutsch, nessuna vittoria ma ben dieci podi, al terzo la campionessa di sci- fondo e corse in montagna Rosy Pattis. Le tre "stelle" dell´altra categoria sono la vincitrice Greti Dissertori (prima nel fondo e nell´atletica) la campionessa di tiro a segno Erika Zöggeler e la campionessa nazionale di sci Lucilla Bombasaro (prima nello slalom, nel nuoto e nelle freccette ma assente in cinque gare).
Nel "premio precisione" Roberto Zuliani ha scavalcato Antonio Soraruf proprio nell´ ultima gara, nell´ automobilismo, mentre nell´ altra categoria maschile Fredi Dissertori, Marco Zanol, Luis Zöggeler e Guido Mazzoli hanno tentato vanamente di contrastare il passo al supervincitore Hans Laimer. Lo stesso discorso vale nella "F- 2" per Eliana Valerio che ha vinto sfruttando le sue virtù: calma, concentrazione e quindi precisione. Distanziate di una decina di punti Erika, Greti, Angiolina e Traudi.
Testa a testa fino all´ ultima prova fra Manuela Ferrini e Renate Teutsch nella "F- 1": all´ultima prova l´ha spuntata Manuela che ha trovato nella gara d´auto un navigatore eccezionale, il "papà- presidente" Alberto.
Meritano comunque un simbolico applauso tutti i veterani impegnati nel trofeo Prestige: chi ha partecipato con spirito decoubertiniano, chi ha primeggiato e chi ha organizzato tante gare concluse con simpatici rinfreschi all´insegna dell´amicizia e della cavalleria sportiva.

Realizzazione siti web www.sitoper.it
Il prodotto è stato inserito nel carrello

continua lo shopping
vai alla cassa
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata
close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account