01 Dicembre 2020
news
percorso: Home > news > Toscana
www.unvstoscana.it

La traversata di Marco Paghi tra Cavo (Isola d´Elba) e Follonica

31-08-2010 - Toscana
Marco Paghi accolto sulla spiaggia di Follonica dal dirigente nazionale Rudy Poli
L´aveva promesso agli amici senesi che trascorrono gran parte dell´estate nel golfo di Follonica ed è stato fedele alla parola data: Marco Paghi, 51 anni, senese della Contrada della Pantera, nazionale di nuoto in acque libere negli anni ottanta, medico dello sport, socio della Sezione Veterani dello Sport di Siena "Mario Celli" ha compiuto una nuova impresa in mare il 7 agosto scorso. In 6 ore, 43 minuti e 58 secondi ha percorso in solitario il tratto di mare che separa il piccolo centro di Cavo nell´Isola d´Elba da Follonica per un totale di 29,817 chilometri pari a 16,1 miglia marine. Lo scorso anno, appena compiuti 50 anni, si era regalato un´altra traversata dall´Isola d´Elba alla terra ferma (Portoferraio/spiaggia delle Ghiaie-Marina di Salivoli a Piombino) un percorso più breve (25,083 chilometri) completato praticamente nello stesso tempo 6 ore 44 minuti e 28 secondi.

Grande appassionato di questa disciplina sportiva Marco, che tra l´altro è uno dei master più forti nella sua categoria e detiene vari titoli nazionali UNVS, con questa nuova impresa si proponeva di fare pubblicità a questo sport e rendere omaggio agli amici anche della sua Contrada che lo sostengono, ma in particolare a Mauro Lombardi, follonichese ultraottantenne grande appassionato di questa disciplina, grande nuotatore ed organizzatore. Lombardi era sulla spiaggia di Follonica il 7 agosto ad aspettare l´arrivo di Marco per abbracciarlo e complimentarsi con lui.

Molti erano gli amici che l´hanno accolto all´arrivo e che l´hanno visto uscire dall´acqua sorridente, disponibile e rilassato come reduce da una breve passeggiata in pineta. A chi gli chiedeva quali le sensazioni provate ha affermato senza esitazione: "il senso di libertà che hai nuotando in mare aperto. Sei immerso in altro elemento, il mare è qualcosa che varia continuamente come onda e come correnti e devi sempre variare la bracciata. Non basta saper nuotare devi interpretare l´onda. Per me è come per un musicista: non basta leggere lo spartito lo devi interpretare a modo tuo. Il cervello lavora al massimo per tenere sotto controllo tutte le variabili e il corpo risponde sollecitamente ai comandi: il tutto si trasforma in una piacevole sensazione di benessere che è l´essenza del divertimento di cui parlo ed il tutto dura ore."

Motivazioni importanti e chiare così come la consapevolezza dell´impresa in atto: "per me la vera difficoltà è tutta la fase preparatoria: sia gli allenamenti per mancanza di spazio in piscina, sia l´organizzazione. Quando poi arriva il giorno della traversata e vedi il sole come ti butti in acqua tutto sparisce. Sei lì per divertirti finalmente, non hai ansie. Cerchi il ritmo delle bracciata e lo segui. Devi seguire cosa ti suggerisce l´istinto ti devi fidare delle sensazioni che provi e, per quanto mi riguarda, il resto viene da sé . naturalmente senza forzature. Un motore a lenta carburazione ma una volta che ha raggiunto l´equilibrio di tutti i parametri in gioco è un motore ad alto rendimento."

In effetti Marco Paghi è persona che non lascia nulla al caso: le sue imprese sono precedute da un complesso lavoro organizzativo e di certificazione. La traversata è stata ufficialmente seguita da giudici della Federazione Nuoto che in questo caso erano Piero ed Elisabetta Ulivieri con i cronometristi Sandra Biancani e Mario Morganti che, unitamente al medico Gianni Verderio, all´accompagnatore Angelo Bruno Carosi ed agli addetti alla rotta Giorgio Panteri e Sergio Speranza, nelle due imbarcazioni d´appoggio hanno accompagnato Marco nella sua traversata. Sono loro che hanno fornito l´assistenza minima indispensabile alla realizzazione della traversata ed hanno passato a Paghi le necessarie bevande zuccherate per l´alimentazione e ci hanno fatto sapere che la traversata è stata compiuta ad un ritmo di 72 bracciate al minuto.

L´evento è stato favorito dalla collaborazione delle Capitanerie di Porto, dal Comune di Follonica, dalla lega Navale nelle sue sezioni di Poggibonsi, Piombino e Portoferraio, il Panathlon International, e le Sezioni dell´Unione Nazionale Veterani dello Sport di Siena, di Piombino e di Follonica con i rispettivi Presidenti Bruno Bianchi, Giancarlo Giannelli e Elvio Ticciati nonché il Consigliere Nazionale UNVS Federigo Sani ed il Dirigente Nazionale Rudy Poli che ha partecipato in modo concreto agli aspetti logistici dell´organizzazione.
Su internet è attivo il sito della manifestazione all´indirizzo www.nuotodame.it

Realizzazione siti web www.sitoper.it
Il prodotto è stato inserito nel carrello

continua lo shopping
vai alla cassa
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata
close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account